proctite ulcerosa

Consulto

Data: 18/05/2017

Domanda

Buonasera dottori, ho 42 anni e dal 1999 soffro di proctite ulcerosa confermata da colonscopie del 1999,2004,2010 che non mi danno nessun sintomo tranne sanguinamento e che curo con clismi asacoll. La scorsa settimana mi sono recato dal medico di base perche’ avevo molto muco nelle feci al mattino e sangue pulendomi. Mi ha detto di aspettare a fare di nuovo la colon e mi ha fatto fare la calprotectina che e’ risultata a ben 600. Mi ha detto di stare tranquillo e di fare una cura di tre mesi di asacol schiuma rettale e un mese di asacol cpr da 800 2 al gg. Dopo tre gg il muco ed il sangue sono spariti, posso stare veramete tranquillo? Pratico in modo quasi agonistico ciclismo puo’ peggiorare la situazione? grazie.

Risposta del Medico

Sono d’accordo con il suo curante. Una coloscopia fatta nel 2010 la mette al riparo da sorprese spiacevoli. Bene la cura per via rettale. Le compresse, alla fine dei tre mesi con schiuma rettale, sarrebbe meglio fossero 3 considerato che il mantenimento con 1600 mg di Mesalazina è pochino. Andrà monitorata la situazione. Prossimo anno (nei primi mesi) colonscopia. Può fare tranquillamente ciclismo.. Beva molta molta acqua.