Intestino

Consulto

Domanda

Buon giorno, Questa estate (precisamente sabato 3 settembre 2016) mi trovavo a Malaga e dovevo rientrare in Italia. Ho avuto un forte attacco di diarrea accompagnato da forti tremori, vuoto alla testa, debolezza, battito cardiaco accelerato, senso di ansia, pesantezza all’altezza dello stomaco ed alla parte alta dell’intestino. Questi sintomi non passavano nonostante non avessi più feci da evacuare. Giunta in aeroporto mi sono rivolta alla guardia medica perché i sintomi non si attenuavano e faticavo a stare in piedi. I medici mi hanno fatto un’intramuscolo e mi hanno dato un farmaco antidiarroico da prendere successivamente, fermenti lattici e integratori. Mi sono sentita quasi subito meglio ma i sintomi si sono ripresentati qualche ora dopo a Roma in forma appena più lieve. Da questo episodio non sono più stata bene. A periodi di stipsi, anche lunghi sette giorni, si alternano periodi di diarrea e sintomi fastidiosi di tutti i tipi: gonfiore addominale, tremori fortissimi, freddo improvviso, senso di vuoto alla testa, senso di pesantezza all’altezza della vita ecc ecc. Pensando fosse una situazione temporanea legata a stress e a stanchezza ho cercato di non assumere troppi farmaci ma di modificare il mio stile di vita andando un “po’ più piano”. Su consiglio del mio medico di base ho iniziato ad assumere uno sciroppo (stipoff) nei momenti di stipsi (lo prendo al secondo giorno senza evacuazioni) e assumo da 10 giorni (oggi l’ultimo) Obimal 40mg. Le cose vanno meglio ma non posso dire di stare bene come prima. I sintomi sono meno violenti ma ci sono sempre. Un esempio: la settimana scorsa lun e mar senza evacuare, martedì sera e mercoledì sera prendo lo sciroppo. Giovedì riesco ad evacuare (3 volte l’intestino non si svuota facilmente) venerdì e sabato evacuazioni più o meno normali magari accompagnate da piccoli fastidi, domenica diarrea accompagnata dai soliti fastidi (che sono la cosa più noiosa da sopportare) vuoto alla testa, gonfiore addominale, senso di pesantezza all’addome, forti brividi di freddo e tremori seguiti poi da una sorta di vampate di calore. Vorrei chiederle come mi consiglia di procedere a questo punto e se può esserci una correlazione con un polipo cervicale individuato ad agosto e che dovrò togliere (spero presto). Grazie.

Risposta del Medico

Gentile paziente ho ricevuto la sua e mail e la ringrazio per l'interessamento. La mia indicazione è di procedere innanzitutto ad eseguire la visita, successivamente si procederà con tutti gli opportuni ed eventuali accertamenti. Un cordiale saluto