dolori intestinali, flatulenza, meteorismo, stipsi ecc

Consulto

Domanda

salve dottori , ho 34 anni non ho mai avuto problemi intestinali e neppure alimentare, ho avuto un periodo molto buio dove avevo un po di bulimia nervosa dovuta alla paura che certi cibi mi potessero fare male a seguito di esperienze negative col supermercato dove acquistato cibi che non erano in perfetta tenuta. Premetto anche se non penso possa esser utile in questo caso e secondo le mie sensazioni smentisco che si possa pensare a qualcosa di legato dallo stress anche se sono un soggetto che ha avuto e ha problemi d anzia, in passato di attacchi di panico ma superati , ipocondria che mi sono portato un po dietro , e situazione famigliare molto difficile . Dopo mesi di analisi di laboratorio di vario tipo escluso la colonoscopia , non hanno riscontrato nessun campanello d allarme...io mesi fa ho iniziato ad avere dolori all altezza dei reni ,pensando a una colica renale...poi successivamente dopo un po di tempo stipsi, dopo di che flatulenza...per mesi interi ho seguito un percorso di dieta consigliata da un gastroenterologo che consigliava l esclusione di cibi quali lattosio e glutine ...ecc...senza aver ricavato nessun miglioramento , dopo mesi mi consigliano breath test all lattosio e glucosio ...risulto positivo all intolleranza del latte ma continuando a non mangiarlo per me mesi i sintomi persistono ....solo dopo mesi e mesi arrivo a conclusione da solo l ipotesi di un esposizione contaminata dell acqua del rubinetto ..ipotesi che tutti i medici e primari mi bocciano ...ma nonostante questo io ho iniziato ad avere una remissione dei sintomi solo dopo aver fermato l assunzione di acqua del mio rubinetto ....gli esami primari di laboratorio sulla potabilità dell acqua è stata fatta ma non per i metalli pesanti ..cio che si supponeva piu probabile per il centro antiveleni che contattai tempo prima...ora ..io non so come comportarmi ..i sintomi anche se diminuito nel tempo ...non sono passati radicalmente...ancora ora alle volte faccio stipsi ..quando non c è stipsi le feci sono tendenzialmente sciolte alle volte...o altre volte normali ma distaccate...io in realtà mi ricordo che quando andavo regolarmente in bagno le feci erano tutte uniformi ben unite alle volte in un unico pezzo ..insomma non sono piu lo stesso di prima ...i sintomi che ho sentito per mesi erano strane pulsioni che accusavo durante la mattina appena sveglio , movimenti fastidiosi , attacchi improvvisi di colite, scariche di diarrea quando mangiavo la frutta e verdura..ero arrivato a non mangiare piu nulla e ad andare sotto peso medio ...nonostante cio l unica cosa che non avevo mai stoppata era l acqua del rubinetto che mai avrei pensato potesse ovviamente essere la causa , prima di stoppare l acqua del rubinetto ero arrivato ad avere propio male da non riuscire a dormire...andavo al pronto soccorso e mi prendevano per matto dicendomi che era una fase acuta di sindrome colitica da stress senza analizzare accuratamente il fatto ..disperato non ho saputo prontamente forse prima di far passare cosi tanto tempo ...mi sono recato da vari primari che non mi hanno mai dato nessuna terapia tranne il consiglio di un nutrizionista per la flatulenza,,,un altro medico primario alla base di esami diagnostici negativi mi prescrive un farmaco per l intestino irritabile che io ovviamente non ho preso poiché ho ritenuto infondato considerando gli esami oggettivi ...cio che vorrei sapere è quanto possa accreditare attenzione nel fattore acqua, come posso comportarmi in questo caso ...vorrei un consiglio da uno speclisita che possa comprendere questo mio caso cosi strano..grazie per l attenzione.

Risposta del Medico

Gentile paziente ho ricevuto la sua e mail e la ringrazio per l'interessamento. Tramite e mail è ovviamente impossibile fornirle ipotesi cliniche corrette. Riterrei senz’altro opportuno eseguire un’attenta e scrupolosa visita specialistica necessaria per eseguire un adeguato approfondimento specialistico. Il tutto per pianificare un adeguato percorso terapeutico utile per la risoluzione delle sue problematiche. Cordialità