colite u.l

Consulto

Domanda

Buongiorno Dr Caravello le scrivo per conto di un altro soggetto che necessita di una consultazione. Si tratta di donna età 60 anni, da sempre ha avuto problemi di ernia iatale, nell'estate 2016 dopo diversi malanni diarrea, calo di peso, dolore alle ossa, inappietenza, abbiamo consultato un gastroenterologo, dagli esami effettuati è stata diagnosticata una colite ulcerosa, in quanto il tratto del colo era particolarmente arrossato. La cura è iniziata con la mesalazina precisamente farmaco l'ASACOL; il farmaco causava molteplici effetti collaterali tra questi abbondante sudorazione. Il paziente sentiva inizialmente il sollievo al tratto dove accusava dolori continui ma dopo varie settimane erano più gli effetti collaterali a non rendere la situazione gestibile. Si è pensato di smettere con la somministrazione dell' ASACOL o quanto meno ridurre le dosi da 4 al giorno a 2 ma nn è stato consigliato dal gastroenterolo. Si è passati ad un altro farmaco sempre con principio attivo di mesalazina ma i sintomi anch' essi lasciavano parecchi effetti collaterali e anche durante il trattamento la paziente ha avuto scariche di diarrea. Ad oggi siamo ad un terzo farmaco di ultima generazione che si scioglie direttamente nel colon. La paziente necessita di un consulto perchè ad oggi non ha ancora risolto il problema, ci chiedevamo se fosse possibile mandarle la sua cartella clinica o se necessita effettuare una visita con lei. La ringrazio spero in una risposta quanto prima. Grazie Veronica Pizzitola

Risposta del Medico

Gentile Paziente, ho ricevuto la sua email. La mia indicazione è di procedere innanzitutto ad eseguire la visita, successivamente si procederà con tutti gli opportuni ed eventuali accertamenti. Un cordiale saluto