logo
Prenota una visita o un esame

Colite ed episodi di diarrea

DOMANDA

Salve, all'incirca nel 2006 ho avuto una forte intossicazione alimentare da sgombro (con febbre a 40 per svariati giorni e curata con dieci giorni di antibiotici). Da allora il mio intestino non è più stato "in forma". Soffro di colite ed episodi di diarrea dopo i pasti per qualche alimento ingerito e mal tollerato. Ho effettuato un test leuco-citotossico per intolleranze alimentari su 120 alimenti oltre celiachia. Il risultato celiachia è stato: anti transglutaminasi IgA 3,3 ; anti gliadina IgA 2,8. Dai valori di riferimento deduco di poter escluderla. Per quanto riguarda il test citotossico è risultata: intolleranza grado 1 lievito di birra e cacao (astinenza 2 mesi) e grado 2 latte vaccino (astinenza 2 mesi). E' già un anno che ho eliminato latte e prodotti del latte poichè avevo notato che la loro assunzione mi provocava colite, episodi di diarrea e altri disturbi. Assumo solo yogurt che normalmente non mi arreca alcun disturbo. Da quanto leggo l'intolleranza al lievito di birra comporta astinenza dall'assunzione oltre che del lievito di birra, anche di quello naturale o madre, formaggi stagionati e fermentati, aceto, vino e birra, yogurt, alcuni tipi di the e comunque tutto ciò che è soggetto a fermentazione. Il che significa ridurre notevolmente la rosa di cibi che si possono consumare (considerata anche l'intolleranza al latte). Vorrei capire se per un'intolleranza come quella emersa dal test implica doversi astenere per 2 mesi da tutti i cibi sopraelencati e tutto ciò che fermenta. E poi a compimento dei due mesi di astinenza, tutto quanto eliminato va reintrodotto poco per volta per quanto tempo? E' probabile che ci sia successivamente necessità di eliminare per tot tempo quei prodotti? Mi chiedevo, inoltre, se in virtù dell'intolleranza al latte vaccino sia possibile consumare formaggi freschi di pecora o capra o se anche questi in ragione di quanto detto sono da escludere. Attualmente sto assumendo da qualche giorno Lactobacillus acidophilus. Ringrazio per qualsiasi suggerimento utile, anche in ordine a ulteriori test da effettuare.


RISPOSTA DEL MEDICO

Dopo un episodio di tossinfezione alimentare è possibile che si instaurino intolleranze alimentari. I test che vengono effettuati possono solo dare indicazioni di massima. Non potendo esistere regole rigide sulla possibile successiva tolleranza, consiglio di escludere dalla dieta gli elementi elencati fino al raggiungimento di uno stato di benessere. Si potrà poi reintrodurre, uno alla volta, gli alimenti esclusi a dosi crescenti al fine di individuare quelli che veramente possono causare sintomi.

CONTATTI

Chiamaci

Servizio disponibile dal Lunedì al Sabato dalle ore 9:00 alle ore 18:00.

Fatti richiamare

Inserisci il tuo numero, ti richiameremo entro 1 ora lavorativa:

Scrivici su:

whatsapp-follow

Whatsapp 3311232150

Dal Lunedì al Sabato dalle ore 9:00 alle ore 18:00.

Compila il Form:

Acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi del regolamento europeo del 27/04/2016, n. 679 e come indicato nel documento normativa sulla privacy e cookies

Seguici su: