VISITA GASTROENTEROLOGICA PER CELIACHIA

Cosa è la celiachia?

In parole semplici ma esplicative la celiachia è un’intolleranza permanete al glutine.

nausea e rimedi naturali
La Celiachia

Il glutine è la componente proteica che si trova nel frumento e in altri cereali tra cui orzo, segale, farro, kamut, malto e in altri ancora.

La celiachia è denominata anche morbo celiaco perché è una malattia autoimmune: l’intestino del paziente affetto da celiachia non è in grado di assimilare il glutine, ritenendolo quindi un agente tossico per l’organismo tanto che se questo paziente inserisce glutine, attiverà il sistema immunitario che lo rifiuterà e danneggerà l’intestino.

La diagnosi per celiachia è effettuata tramite visita gastroenterologica,  analisi del sangue e biopsia intestinale. Vediamo come.

Come si svolge una semplice visita gastroenterologica?

La visita gastroenterologica ha l’obiettivo di valutare e determinare il quadro clinico del paziente per quanto riguarda lo stato generico dell’apparato digerente. Ma cosa fa lo specialista durante la visita?

~ anzitutto lo specialista effettuerà una attenta anamnesi del paziente raccogliendo tutte le informazioni sulla storia clinica oltre che annotare eventuali patologie dei suoi famigliari onde avere un quadro più completo circa eventuali possibilità di malattie genetiche.

~ effettuerà domande circa lo stile di vita del paziente oltre che del suo stile riguardante l’alimentazione

~ visiterà poi il paziente tramite palpazione diretta, attraverso la quale saranno valutate le problematiche che possono riguardare malattie dell’esofago, dell’intestino tenue, del pancreas, del fegato e delle vie biliari.

E per sospetta celiachia cosa farà lo specialista durante la visita gastroenterologica?

In questo caso il medico, oltre ai punti esplicitati poc’anzi, presterà attenzione alla sintomatologia che riporta il paziente sospetto celiaco.

Quali sono i sintomi di un sospetto celiaco?

Tra i sintomi più comuni si annoverano quelli legati alla sfera digestiva, perché’ come abbiamo già detto, nel paziente celiaco, il glutine è visto dall’organismo come un agente tossico.

  • Gonfiore addominale
  • Crampi addominali
  • Diarrea cronica
  • Stipsi
  • Sensazione di pienezza
  • Meteorismo e flatulenza
  • Perdita di peso
  • Mal di stomaco
  • Feci chiare sciolte e grasse di odore particolarmente sgradevole.
  • Nausea
  • Vomito

Una volta che il medico riceve informazioni inerenti i vari sintomi che il paziente riporta può ovviamente già farsi un’idea su una possibile diagnosi, che però dovrà essere confermata tramite esami diagnostici, quali:

Analisi del sangue

  • Anti-transglutaminasi tissutale anticorpo (tTG – IgA e IgG): è il test più comunemente eseguito nel caso in cui si presentino particolari sintomi che inducono alla celiachia.
  • Anticorpi anti-endomisio (EMA-IgA): si tratta di un test altamente specifico per la diagnosi della celiaca.
  • Anti-gliadina deaminato peptide (DGP – IgA e IgG): è eseguito nel caso in cui il test anti-transglutaminasi tissutale genera un risultato negativo.
  • Totale siero di IgA: è utile per controllare i livelli di lgA.
  • Anticorpo anti-gliadina (AGA – IgG e IgA): tale genere di test non è adatto per gli adulti, può essere eseguito nei bambini con età inferiore a 2 anni.

Gastroscopia

E’ fondamentale che prima delle analisi del sangue e prima della gastroscopia il paziente non debba assolutamente sospendere l’ingestione di glutine, in quanto si potrebbero altrimenti avere dei risultati falsati.

Durante la gastroscopia si esegue una biopsia del piccolo intestino, il cui risultato istologico, comparato ai risultati ematici, darà la corretta diagnosi di eventuale celiachia.

Una volta che la diagnosi è effettivamente completata lo specialista eliminerà l’assunzione di glutine nella dieta del paziente, che potrà avere una vita assolutamente normale, essendoci molteplici cibi che vanno a sostituire il glutine, solo con qualche accortezza in più.

Fonte: https://www.eccellenzamedica.it/specialita-mediche/gastroenterologia/visita-gastroenterologica-per-celiachia

I nostri centri